fbpx

Remembering Dario Fo

Dario FoKIT’s Artistic Director, Laura Caparrotti, remembers her days with Dario Fo on La Voce di New York:

Dario Fo è morto, ma ne siamo proprio sicuri? Quel genietto buffo e impertinente, pieno di idee, fantasia, risate non può morire. Un uomo che era il teatro, come pochi lo sono stati e lo saranno.

Io Dario Fo l’ho vissuto a lungo, per coincidenze che fanno della mia una esistenza molto fortunata. Ero a Roma, all’Università e Ferruccio Marotti, professore di teatro, illuminato come pochi, ci faceva studiare il teatro orientale, Grotowsky, Peter Brook, Eduardo De Filippo e Dario Fo. Io conoscevo Fo di fama, a casa mia era molto seguito. I miei mi raccontavano di quando andavano a vederlo in un teatrino romano, forse un teatro tenda, dove lui, allora controllato dalla polizia, dava il benvenuto ai poliziotti in borghese che speravano di confondersi fra la folla. I miei dicevano di avermi portata una volta, da piccola. Io vagamente qualcosa ricordavo, ma forse erano solo i racconti di mamma e papà che si erano conficcati nella mia memoria.

Read the entire article (in Italian)